Inaugurata la nuova sede MCL della Spezia

Oggi 4 maggio 2019 nella palazzina adiacente la Curia Vescovile è stata inaugurata la nuova sede provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori. Clic qui per vedere il filmato 

La nuova sede provinciale M.C.L. in via Don Giovanni Minzoni, 68 – La Spezia

Il Presidente Provinciale Giorgio Scotto

20190504_120655b

Il Presidente Provinciale Giorgio Scotto con la moglie Alessandra del Monte Consigliera di Parità della Provincia della Spezia, la Funzionaria ai servizi Antonella, il giovane collaboratore Federico  ed i Presidenti del M.C.L sia Nazionale Claudio Costalli che Regionale Alessandro Casaretto

 

Ha presentato l’avvenimento il presidente della Fondazione Villaggio Famiglia Bruno Dal Molin quale consigliere del M.C.L. addetto alle p.r.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ha aperto l’evento il neo presidente provinciale M.C.L. Giorgio Scotto, che è stato in prima persona l’artefice della realizzazione della nuova sede, il quale ha illustrato le finalità ed i servizi che vi saranno erogati ed i vantaggi della sua nuova collocazione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E’ stata poi la volta del Presidente Nazionale Carlo Costalli il quale ha illustrato le linee portanti delle finalità del Movimento Cristiano Lavoratori, inserendole in una visione prospettica di sviluppo delle prestazioni e delle attività sociali alle quali è votato il Movimento.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Successivamente il Sindaco Pier Luigi Peracchini, nel sottolineare l’importanza dei servizi volti a favore dei cittadini da parte delle varie organizzazioni che operano nella nostra città, ha ringraziato in maniera particolare il Movimento Cristiano Lavoratori augurando a tutti buon lavoro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ha concluso l’incontro il Vescoco Diocesano Mons. Luigi Ernesto Palletti, il quale ha espresso il suo personale compiacimento ed ha esortato gli operatori a proseguire il loro cammino al servizio del prossimo. Il Vescovo ha infine impartito la rituale benedizione. L’evento si è poi concluso con un conviviale rinfresco.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ecco la galleria fotografica dell’evento:

La Fondazione Villaggio Famiglia, nel proseguire quanto in accordo nel protocollo d’intesa siglato nel 2015, accordo integralmente riportato nel nostro articolo del mese di luglio 2015, ha partecipato e collaborato alla ben riuscita dell’inaugurazione della nuova sede provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori.

Pubblicato in Senza categoria

Rinasce l’orto dell’Istituto d’infanzia San Luigi di Rebocco

Il trasferimento dell’esperienza “agricola” di Romano Guani ai piccoli allievi dell’Istituto d’Infanzia San Luigi a Rebocco (La Spezia) ha dato vita ad una giornata di concreta e partecipata esperienza intergenerazionale che darà presto i suoi frutti.

Saranno i frutti della terra che germoglieranno dalle numerose piantine che i piccoli allievi dell’Istituto San Luigi hanno messo a dimora nel bel giardino della scuola sotto la direzione di Romano Guani, uno sportivo che da sempre si dedica al trasferimento dei valori importanti dello sport e della vita come allenatore sportivo formando tanti giovani di più generazioni, ed ora insegnando ai più piccoli “come si fa” a far nascere ed a curare le nuove piantine che insieme a lui hanno messo a dimora sotto gli occhi attenti delle insegnanti e delle suore, compiaciute e soddisfatte dell’iniziativa nata sotto il simbolo della Fondazione.

La soddisfazione e la gioia di ritrovarsi insieme giovani e meno giovani per dare vita ad un progetto destinato a dare frutti concreti e tangibili, è ben visibile sui volti dei piccoli nella foto ricordo scattata al termine dell’esperienza nel grande giardino della ricreazione che da oggi è anche il loro orto, ma, soprattutto, è enorme la gioia che riempie il cuore del loro “istruttore agricolo” al pensiero che in futuro saranno proprio quei ragazzi che trasferiranno i suoi stessi insegnamenti alle generazioni future, proprio come è avvenuto il 9 aprile 2019 in quel bel giardino d’infanzia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblicato in Senza categoria

Con la “Luce della Pace” giunta da Betlemme a La Spezia grazie al M.A.S.C.I. è stata accesa la Grande Stella della Solidarietà fra le Generazioni

Con la fiamma della “Luce della Pace” della sacra lampada della Chiesa della Natività di Betlemme, simbolo di pace e di fratellanza fra i popoli, alimentata perennemente dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della terra,  che il Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani della Spezia “M.A.S.C.I.” da quattordici anni fa giungere alla stazione della Spezia in treno da Viareggio, è stata simbolicamente accesa quest’anno la Grande Stella della Solidarietà fra le Generazioni, l’evento lanciato nel 2017 a La Spezia dalla Fondazione Villaggio Famiglia per unire le Generazioni sotto il simbolo luminoso del Natale condiviso e fatto proprio dallo scorso anno dal Comune della Spezia.

Per vedere il filmato con il concerto di Natale tenuto dall’ Unione Corale La Spezia fare click qui
Il piccolo Mattia con in mano la lanterna contenente la fiamma della Luce della Pace portata a La Spezia dal M.A.S.C.I. con la quale è stata simbolicamente accesa la Grande Stella della Solidarietà fra le Generazioni ideata e costruita tre anni fa dagli artigiani spezzini per questa importante cerimonia
La Grande Stella della Solidarietà subito dopo la sua accensione

Gli scout del “M.A.S.C.I.” consegnano al piccolo Mattia la Luce della Pace per portarla sull’arengario e fare “accendere” simbolicamente la Grande Stella della Solidarietà fra le Generazioni

 

Il Presidente della Fondazione Bruno Dal Molin ha introdotto la manifestazione portando in dono al Sindaco ed alla Comunità il lancio in contemporanea dell’iniziativa della “Solidarietà tra le Generazioni” sui mezzi di trasporto pubblici, promossa dalla Fondazione Villaggio Famiglia con l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Einaudi Chiodo” e con l’ ATC della Spezia.  

Il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini ha salutato gli intervenuti sottolineando il significato che riveste per la città il lancio dell’iniziativa educativa solidale sui mezzi di trasporto pubblici che prevede il pratico ed efettivo coinvolgimento dei ragazzi delle scuole nel vivo del tessuto sociale.

Il Prefetto della Spezia Antonio Lucio Garufi si è unito ai saluti ed ha formulato l’auspicio che nella nostra comunità si sviluppi un reale e virtuoso senso civico, dominato dal rispetto dei giovani per gli anziani e viceversa e ricordando l’attenzione che dobbiamo avere verso i più sfortunati, per gli infermi e per i più deboli e gli indifesi.

Hanno assistito all’accensione della Stella anche gli onorevoli spezzini Emanuela Gagliardi e Lorenzo Viviani, che qui posano per una foto ricordo con il Prefetto Antonio Lucio Garufi ed il Sindaco Pierluigi Peracchini.

Il momento più atteso e conclusivo della manifestazione è stata l’esibizione della “Unione Corale La Spezia”, che, dopo il classico Và Pensiero di Giuseppe Verdi tratto dal Nabucco, ha presentato i più antichi canti tradizionali del Natale, concludendo con “Seàda Spezina”, un brano tipico, musicato sul tempo di valzer, dedicato alla città della Spezia dallo spezzino Faggioni che ha scritto le parole, con le musiche del maestro Mussinelli.

L’Unione Corale di La Spezia diretta dal Maestro Sergio Chierici con al pianoforte elettrico il Maestro Oliviero Lacagnina che ha curato gli arrangiamenti musicali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUGURI DI BUON NATALE

Pubblichiamo il filmato della manifestazione con l’intera esibizione dell’ Unione Corale La Spezia 

Le foto sono di Federico Ruiz che ringraziamo della collaborazione.

Pubblicato in Senza categoria

Presentazione della Grande Stella della Solidarietà tra le Generazioni 2018 e dell’iniziativa con ATC La Spezia ed Istituto Einaudi Chiodo

Per vedere il filmato clicca qui

Questa mattina alle 12,30 si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’accensione della Grande Stella della Solidarietà tra le Generazioni 2018 promossa dalla Fondazione Villaggio Famiglia per il terzo anno, che quest’anno vede tra i protagonisti l’Unione Corale della Spezia e l’Associazione Scout adulti della Spezia “M.A.S.C.I.”, ed inoltre, presentato come omaggio al sindaco e quindi all’intera comunità spezzina, il lancio in contemporanea dell’iniziativa “Solidarietà tra le Generazioni” sui mezzi di trasporto pubblici, iniziativa sociale promossa dalla Fondazione Villaggio Famiglia con l’ Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Einaudi Chiodo” e con l’ ATC della Spezia.

Dopo l’introduzione ed il ringraziamento del Sindaco Pierluigi Peracchini alle associazioni ed agli enti di trasporto pubblico e scolastico coinvolti nelle iniziative, ha parlato il presidente ATC Gianfranco Bianchi, seguito dal presidente della Fondazione Villaggio Famiglia Bruno Dal Molin, dal Preside dell’Istituto Einaudi Chiodo prof. Generoso Cardinale e dalle rappresentanti della Unione Corale della Spezia e del M.A.S.C.I.

Pubblicato in Senza categoria

Il meeting “Il Vecchio e il Mare”

Con la partecipazione del Prefetto della Spezia Dott. Antonio Lucio Garufi e l’ospitalità della Presidente dell’Autorità di Sistema dei Porti della Spezia Dr.ssa Carla Roncallo, rappresentata dalla responsabile della comunicazione Dr.ssa Monica Fiorini, sotto la conduzione di Bruno Dal Molin Presidente della Fondazione Villaggio Famiglia, si è tenuto l’incontro organizzato dalla Fondazione Villaggio Famiglia sui temi che legano la città al mare, nell’ottica della partecipazione costruttiva tra giovani ed anziani. Gli oratori che hanno trattato con interessanti e competenti interventi le diverse materie che legano il mare alle attività ad esso collegate, che vanno dall’economia all’informatica, dall’aspetto sociale a quello storico, sono stati la Dr.ssa Genziana Giacomelli Direttore della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica e Vice Sindaco della Spezia, il Consigliere Comunale Oscar Teja, l’Ammiraglio Andrea Toscano, l’Avvocato e Dottore Commercialista Dr.ssa Rosanna Ghirri, il Dottor Alessandro Pagliani informatico ed il famoso Fotografo Federigo Salvadori, in un valido approfondimento dei temi che legano la Città al suo mare nell’ottica del dialogo tra le generazioni. Gli interventi sono stati intervallati dalle letture di brani tratti dal romanzo di  Ernest Hemingway da parte dell’attore Damiano Grondona, mentre il poeta Graziano Poggi ha declamato una sua poesia. Al termine dell’incontro, al quale ha partecipato anche il Colonnello Comandante Provinciale dei Carabinieri Gianluca Valerio, un brindisi finale che ha visto il “varo” della bottiglia della solidarietà tra le generazioni recante il simbolo della Fondazione. Si tratta di una linea di vini destinata a viaggiare in tutto il mondo anche a bordo delle più importanti navi da crociera, che la famiglia di produttori vinicoli Arrigoni, ha dedicato ai principi di solidarietà e di partecipazione intergenerazionale divulgati dalla Fondazione. La famiglia Arrigoni, presente al convegno con il papà Riccardo e la figlia Sara, come altre belle e virtuose famiglie, è stata, infatti, riconosciuta dalla Fondazione Villaggio Famiglia come una delle famiglie simbolo del dialogo e del trasferimento dei valori etici, sociali e di conoscenza di generazione in generazione.

Con le commoventi parole e la benedizione del Direttore della Caritas Diocesana Don Luca Paleo ed un brindisi collettivo si è conclusa la piacevole giornata.

All’inizio dell’articolo il filmato dell’evento per tutti coloro che non hanno potuto partecipare affinché possano vedere e vivere l’evento ed usufruire delle valide ed importanti allocuzioni dei partecipanti al meeting.

Depliant interno 21X20 - 300 PIXEL

Testo e filmato di Sergio Natale

Pubblicato in Senza categoria

L’invito del Presidente della Fondazione a partecipare al meeting “IL VECCHIO E IL MARE”

Pubblicato in Senza categoria

Il 5 x mille alla Fondazione Villaggio Famiglia Onlus

Dona il 5 per mille alla Fondazione Villaggio Famiglia Onlus.

 

Per donarci il vostro 5 per mille.

C.F.: 91052740114

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , ,

BATTE ALL’UNISONO CON LA CITTA’ DELLA SPEZIA IL GRANDE CUORE DEL “DON BOSCO” NEL 130° DALLA MORTE DEL SANTO

Domenica 28 e mercoledì 31 gennaio, a centotrenta anni dalla sua salita al cielo ed a trenta dal giorno in cui Giovanni Paolo II lo dichiarò «padre e maestro della gioventù», San Giovanni Bosco, il Santo dei ragazzi, è stato commemorato alla Spezia presso l’oratorio da lui stesso fondato nel lontano 1881. Quest’anno il significativo evento cittadino si è svolto sotto il segno della Solidarietà tra le Generazioni, in unità d’intenti con la Fondazione e con la partecipazione delle Autorità cittadine civili e militari e l’alto intervento del Console Generale della Repubblica Dominicana di Genova dott. Santiago Rodriguez Figuereo, a destra nella foto.

DSC00305b

La consegna della mattonella simbolo della Fondazione da parte del sindaco Peracchini e del Presidente Dal Molin al Presidente Nazionale delle Opere Salesiane Don Claudio Belfiore. Ai due lati della foto la delegazione Consolare Dominicana, al centro il Sindaco Pierluigi Peracchini con alla sua sinistra Bruno Dal Molin e Don Claudio Belfiore ed alla sua destra Don Fabrizio Di Loreto con accanto il  presidente del consiglio comunale Giulio Guerri. (Foto Sergio Natale)

Le celebrazioni religiose si sono tenute con due separate funzioni solenni, il 28 ed il 31 gennaio, nel Santuario intitolato a Nostra Signora della Neve, di cui si narra che Don Bosco in persona pose la prima pietra nel 1897, fu poi terminato e consacrato il 27 aprile 1901. La prima Funzione religiosa è stata quella di domenica 28 gennaio, con la Concelebrazione Eucaristica presieduta da Don Claudio Belfiore, presidente del Centro Nazionale delle Opere Salesiane, coadiuvato dal direttore della Comunità Salesiana della Spezia Don Fabrizio Di Loreto e dal Parroco Don Mirko Mochi, celebrazione che ha visto la presenza del sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e delle Autorità cittadine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Durante la Messa, in una chiesa gremita, con musiche e canti appropriati alla spiritualità di Don Bosco, giovani, adulti ed anziani hanno saputo creare una liturgia di gioia e di speranza per un futuro migliore, che è proseguita poi, dopo la tradizionale tazza di cioccolato offerta presso la mensa dell’oratorio, nel cinema-teatro del Don Bosco, dove sono state proiettate le immagini delle attività dei vari gruppi operativi.

E’ poi seguita la consegna della storica “mattonella della solidarietà fra le generazioni”, simbolo della Fondazione Villaggio Famiglia, da parte del Sindaco della Spezia Pier Luigi Peracchini e del Presidente della Fondazione Bruno Dal Molin, al Presidente Nazionale delle Opere Salesiane Don Claudio Belfiore (prima foto in alto). Con il pranzo comune nella mensa dell’oratorio ed i giochi dei gruppi nel grande cortile, si è conclusa la prima giornata dei festeggiamenti in onore del Santo educatore dei giovani.

Mercoledì 31 gennaio alle ore 18,00, nel giorno della ricorrenza storica, si è poi tenuta la solenne Concelebrazione Eucaristica del centotrentesimo anno dalla morte di Don Bosco, presieduta dal Vescovo della Spezia Monsignor Luigi Ernesto Paletti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Prima dell’evento liturgico, nel primo pomeriggio, si è tenuta la visita delle Autorità ai vari ambienti interni ed esterni dell’oratorio, dove si svolgono quotidianamente le tante attività del “Don Bosco”.

In questo luogo pregno di storia educativa Salesiana, quella viva e virtuosa che è modello e fonte dei sani principi di crescita per i ragazzi, dove i nostri giovani vengono indirizzati alla vita con l’esempio dell’amore reciproco cristiano e nel rispetto di ogni credo religioso e di ogni provenienza e tipicità, dove l’assistenza al fratello si coniuga con lo sviluppo delle tante attività formative, da quelle artigianali a quelle sportive, e dove pulsano all’unisono i cuori di tanti volontari insieme ai cuori dei ragazzi dell’oratorio e dei numerosi ospiti bisognosi di assistenza e di attenzione fraterna, sotto la guida dei sacerdoti della Comunità Salesiana, si è svolta la importante ed a tratti emozionante visita delle Autorità.

Tante sono state le domande del Sindaco Pierluigi Peracchini, dell’Ammiraglio Giorgio Lazio, Comandante del Comando Marittimo Nord della Marina Militare, e del Colonnello dei Carabinieri Gianluca Valerio, Comandante Provinciale dell’ “Arma”, agli operatori, ai ragazzi, agli ospiti, ed ai “Veterani” dell’oratorio con il loro Presidente Giorgio Molinari, che li hanno accompagnati durante la visita all’oratorio, insieme a Don Fabrizio Di Loreto, Direttore dell’Istituto Salesiano della Spezia, ed a Don Mirko Mochi, Parroco di Nostra Signora della Neve. Le puntuali e coinvolgenti risposte ricevute li ha visti emotivamente coinvolti per la forza del carisma vincente del Santo che traspare e si perpetua attraverso i Suoi Operatori Consacrati, i Suoi volontari e tutti i Suoi collaboratori, veri operatori di speranza, di integrazione e di solidarietà nella nostra città.

DSC00430

Dopo la visita all’Oratorio e la preghiera comune la foto ricordo presso la Cappella dell’Oratorio. Al centro, tra il Sindaco Peracchini e l’Ammiraglio Lazio, posa simbolicamente l’ottantacinquenne “veterano” dell’Oratorio Silvano Bendinelli.

La visita si è poi conclusa nella Cappella dell’oratorio con la presenza dei veterani e la rapprentanza della Fondazione Villaggio Famiglia Onlus insieme al Presidente Dal Molin. Così, dopo le brevi allocuzioni del Parroco Don Mirko, del Direttore della Comunità Salesiana Don Fabrizio, dell’Ammiraglio Giorgio Lazio, del Sindaco Peracchini e del Colonnello Valerio, tutti i presenti hanno posato per la foto ricordo.

(Testi e foto sono di <sergi©natale>. Inviateci le vostre osservazioni
ed i vostri suggerimenti alla nostra e-mail progettosolidale@libero.it)
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Città Nuova parla di noi.

Il giornale Città Nuova del Movimento dei Focolari parla di noi.

Questo l’articolo di Silvano Gianti:

Un villaggio per giovani e anziani.

Sulle alture di La Spezia sorge un terreno che presto potrà diventare la realizzazione del sogno di Bruno. Un attivissimo pensionato che da anni ha un chiodo fisso in testa. Quello di realizzare un “Villaggio Aperto” dove si pratica una solidale collaborazione intergenerazionale per e con gli anziani. Bruno Dal Molin è il presidente della fondazione Villaggio Famiglia onlus, lui ha una forte convinzione: «Tutte le persone nella loro vecchiaia possono dare ancora molti frutti». Come dice il Compendio della Dottrina sociale della Chiesa, gli anziani costituiscono un’importante scuola di vita, capaci ancora di trasmettere valori e tradizioni favorendo in tal modo la crescita dei più giovani, i quali, a loro volta, imparano così a cercare non soltanto il proprio bene, ma anche quello altrui. Se poi gli anziani si trovano in una situazione di sofferenza o di dipendenza, non solo hanno bisogno di cure sanitarie e di assistenza, ma, soprattutto, di essere considerati e di essere trattati con amore. Per questo da anni Bruno si adopera per sensibilizzare il prossimo verso questo progetto.

DSC00219
Anni di studi e di sogni, di idee e di piccole realizzazioni: tanti tasselli che vanno ad unirsi al grande puzzle e, quando tutto sarà pronto, sorgerà il Villaggio. «Sarà – spiega il presidente – un grande laboratorio della solidarietà tra le generazioni, una solidarietà fatta di reciproco scambio. L’insieme di più persone consentirà di realizzare un altro pilastro del nostro vivere insieme: il pilastro della sussidiarietà, quello dell’aiuto reciproco. È questo il fondamento stesso della tradizione cristiana che ha dato vita alle grandi opere umanitarie». Tra le ultime iniziative a favore della diffusione dei principi della Fondazione c’è stata quella dell’accensione della “Grande Stella della solidarietà tra le generazioni” apposta sul frontale del Palazzo comunale de La Spezia. Durante la cerimonia il sindaco Peracchini ha ricevuto dalle mani del presidente Dal Molin il vessillo della Fondazione. Il vessillo è giunto in sfilata, portato in corteo sulle note della Banda musicale Giacomo Puccini de La Spezia dai ragazzi della Pallavolo Don Bosco guidati dai nonni, seguiti dai volontari della Croce Rossa Italiana con lo striscione recante il motto della Fondazione “Giovani e anziani meglio insieme”. La sfilata è continuata con i clowns dai coloratissimi costumi, preparati dal gruppo Burattin burattinando, con nelle mani tante bellissime marionette. Insieme a loro è arrivata, in carne ed ossa, nientemeno che la grande regina del circo “Moira Orfei”, magistralmente interpretata dall’attore Leonardo D’Angelo, che ha poi lietamente intrattenuto gli intervenuti. A chiudere ed arricchire la sfilata gli atleti della Pro Italia con le loro acrobatiche giravolte a corpo libero. A un certo punto, al suono di un’altra prestigiosa Banda, quella di presidio del Comando Marittimo Nord della Marina Militare, una lunga autoscala dei Vigili del Fuoco ha portato il piccolo Mattia, con in mano la fiaccola ardente della solidarietà tra le generazioni, fin sulla stella, per accenderla tra gli applausi dei tanti intervenuti. Così Bruno Dal Molin va avanti nel suo progetto di solidarietà fra le generazioni, avvicinando i giovani agli anziani, creando non solo sinergie, ma, soprattutto, incoraggiando il trasferimento dei valori che queste età possiedono, il tutto nella concretizzazione del Villaggio Famiglia, e spiega che a volte chi giunge ad una età avanzata si convince che sia necessario appartarsi e “chiudersi” al mondo, ma nel Villaggio Famiglia si verificherà esattamente il contrario! Questo posto permetterà ad ognuno di essere ancora protagonista in un percorso di vita sereno e virtuoso, in un luogo aperto e non rinchiuso tra quattro mura, con a disposizione il verde della natura, dove si potrà passeggiare, leggere, raccogliere i frutti dalle piante, svolgere attività ricreative di ogni tipo, ma, soprattutto, essere attivi e vivere con dignità la propria età.

di Silvano Gianti

fonte: Città Nuova

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

E’ stata accesa la GRANDE STELLA DELLA SOLIDARIETA’ TRA LE GENERAZIONI

La Fondazione Villaggio Famiglia Onlus ed il Comune della Spezia hanno acceso la Grande Stella della Solidarietà tra le Generazioni. Durante la cerimonia il presidente Bruno Dal Molin, visibilmente commosso, ha consegnato al sindaco Pierluigi Peracchini il vessillo della Fondazione, che gli è stato condotto in sfilata, sulle note della Banda Giacomo Puccini della Spezia, dai ragazzi della Pallavolo Don Bosco guidati da Maria Pia e Giancarlo Guani, seguiti dai volontari della Croce Rossa Italiana con lo striscione recante il motto della Fondazione “Giovani e Anziani Meglio Insieme”. La sfilata è continuata con i clowns dai coloratissimi costumi con nelle mani tante bellissime marionette, preparati e presentati dal gruppo Burattin Burattinando della Spezia fondato da nonna Rosanna. Insieme a loro è arrivata una “mirabolante” sorpresa: sotto lo striscione del circo “Burattinando”, è comparsa, in carne ed ossa, nientemeno che la grande regina del circo “Moira Orfei”, che poi ha lietamente intrattenuto gli intervenuti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A chiudere ed arricchire la sfilata gli atleti della Pro Italia con le loro acrobatiche giravolte a corpo libero. A questo punto la lunga autoscala dei Vigili del Fuoco, il cui intervento è stato coordinato dall’ing. Giuseppe Zironi, ha condotto il piccolo Mattia fin sulla stella, offerta dagli artigiani della Confartigianato, anch’essi presenti e rappresentati dal direttore Giuseppe Menchelli, per accenderla con la fiaccola della solidarietà tra le generazioni al suono scintillante dell’armonioso accompagnamento  musicale della Banda di presidio del Comando Marittimo Nord della Marina Militare diretta dal maestro primo M.llo Vito Ventre, tra gli applausi di tutti i presenti. Poi i brevi ma intensi interventi del presidente Dal Molin, del sindaco Pierluigi Peracchini e del prefetto Antonio Lucio Garufi, questi ultimi allegramente intervistati dalla brillante “Moira Orfei”. Con loro sul palco il presidente del Consiglio Comunale Giulio Guerri bandato della fascia cerimoniale azzurra, mentre altre autorità civili e militari, affettuosamente legate alla Fondazione, hanno gioiosamente assistito alla cerimonia.

Potete vedere l’evento, o riviverlo, nel nostro filmato… da vedere tutto… e tutto d’un fiato.

Il sentito ringraziamento del presidente della Fondazione Bruno Dal Molin è diretto in modo particolare al sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini per la Sua gradita e significativa lettera che qui di seguito pubblichiamo.

(A cura di Sergio Natale – Foto e Filmati di Sergio Natale con la collaborazione di Maria Teresa Penza)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento